Pubblicato il Lascia un commento

Gianfranco Ferre’

Negli anni 80 per quelli che come me studiavano arte e costume il figurino e lo stile del maestro Gianfranco Ferre’ erano come una Bibbia da seguire. Estetica allo stato puro, il bianco ottico illumina i dettagli della moda. È facile da declinare a seconda della occasione e sfida con coraggio i cliché e le convenzioni mostrando il suo meglio in abbinamenti e abiti minimal. Un classico? La camicia bianca. “Una silhouette catturata nei suoi elementi essenziali-le spalle, la vita, le gambe che si estendono verso la parte inferiore del foglio di carta-è delineata da pochi tratti di matita ma è già una figura umana” Gianfranco Ferre’. Dalla figura delle sue donne si percepisce il suo essere architetto, le linee sinuose, la famosa camicia bianca reinventata che stava addosso alla modella come una meravigliosa scultura di tessuto, con ruches, colli importanti, nodi originali e dettagli. “Il disegno è per me un amore senza fine” Gianfranco Ferre’.

Figùrini di Gianfranco Ferre
Bozzetto di Gianfranco Ferre’
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *