Pubblicato il Lascia un commento

Mudec: Jean Michel Basquiat

Ero alla ricerca di qualcosa, a volte cercavo dei binari, altre volte volevo la libertà più totale. Ho trovato nell’arte da sempre il mio rifugio che racchiude entrambi i miei desideri.

Grandi Mostre. Mudec: Jean Michel Basquiat. La retrospettiva conteneva 100 opere ed era come se ti catapultasse nelle strade della New York di 30 anni fa, sull’orlo della bancarotta e povera ma ricca di humus dal punto di vista artistico.

Jean Michel Basquiat

I graffiti di Basquiat dipinti sui muri o sui vagoni della metropolitana erano provocatori, la sua arte povera si mescolava con l’esperienza di Andy Wharhol e poi successivamente con artisti come Keith Haring e Robert Mapplethorpe per quanto riguardava la fotografia. In quella mostra ho trovato tutta la sua vita tormentata dalla droga, dal razzismo e dalla povertà. Milano 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *